La Berlinguer tappetino di Asia Argento

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 14, 2017

"Le donne hanno paura, dopo quello che è successo a me come possono avere il coraggio di denunciare gli abusi?" Attendevamo il suo confronto con Pietro Senaldi, il direttore responsabile di Libero che in varie circostanze ha detto la sua riguardo le dichiarazioni della Argento, ma invece è stata Vladimir Luxuria a dire la sua, esprimendo forti critiche per il comportamento tenuto dalla figlia di Dario. Se un gay venisse da me e mi dicesse di essere stato vittima di un uomo omofobo e di averlo continuato a frequentare per anni e anni e di aver avuto anche dei rapporti sessuali consenzienti, io gli chiederei ma che cacchio mi stai raccontando?

Ospite di Bianca Berlinguer a Cartabianca, Asia Argento si scontra con Vladimir Luxuria e Pietro Senaldi, direttore di Libero sul caso Harvey Weinstein.

'Viviamo in uno stato di diritto' - ha ricordato Vladimir Luxuria - 'Quindi ci sono le denunce, se possibile tempestive, perché se le fai dopo tanti anni dai meno possibilità di avere le prove'. "Alla storia di Asia, non riesco a credere" ha detto la scrittrice e militante per i diritti Lgbt, provocando così la reazione dell'attrice e regista. "E io sono abituata a dire le cose in faccia", ha detto l'ex parlamentare.

"Quando una prima acconsente e poi se ne pente - aveva affermato Luxuria in studio, accusando Asia Argento - allora sì che togli credibilità alle storie delle donne che veramente vengono violentate". Ma Asia replica: "Non so se si può comprendere come ci si senta pietrificati davanti a una violenza" e poi sempre contro Luxuria "Vergognati!" Apriti cielo: "Svegliati, il mondo non è bianco e nero, ci sono zone grigie, vorrei che ti mettessi nelle mie scarpe, in quelle di una ragazzina di 21 anni: in quei momenti non capivo cosa stava succedendo". "Non mi vergogno - ha replicato Luxuria - vergognati tu di raccontare delle baggianate". "Non puoi difendere le minoranze e poi non essere dalla parte delle donne". Le persone che subiscono violenze non ottengono guadagni da questo, come un posto di lavoro, hanno solo da perdere. "Sei un animale, non sei una persona, vergognati".

Bianca Berlinguer: 'Denunciare una violenza non è così semplice!' Parole forti, evidentemente non gradite ai telespettatori che hanno tacciato di volta in volta l'attivista di "misoginia", "maschilismo" e "meschinità" nei commenti al post della trasmissione, chiedendone le scuse al grido di "vergogna".

'Mi sembra assurdo continuare a discutere di questa questione!' - ha esordito la conduttrice di Cartabianca - 'Quanto ci hanno messo donne a denunciare le violenze che i loro uomini esercitavano nei loro confronti?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE