Alessandra Mussolini contro Agorà: "Hanno profanato la tomba di mio nonno Benito"

Bruno Cirelli
Dicembre 12, 2017

"Da questo momento è guerra!" assicura su Twitter Alessandra Mussolini, nipote del Duce, e poi rivolge un video messaggio al deputato del Partito Democratico Emanuele Fiano, primo firmatario della legge che punta ad introdurre il reato di propaganda del regime fascista ma che in sostanza rischia di essere una legge liberticida. E quale migliore luogo, per parlarne, se non l'interno della cripta? Sono andati lì oltraggiando la famiglia. "La Famiglia Mussolini ha dato mandato ai propri legali per agire nei confronti della Rai, del presidente dell'Anpi Forlì-Cesena, Miro Gori, e del Sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti (Pd)".

"Ma il sindaco non è la famiglia, la cripta è privata, è nostra, è della famiglia Mussolini, dove sono seppelliti i morti". Risponderanno in tribunale di questa gravissima provocazione. Pensi se io andassi a fare una provocazione di fronte alla tomba di Giacomo Matteotti, un antifascista. Per tutta la nostra famiglia il sindaco di Predappio è persona sgradita. Ma evidentemente alcuni defunti sono sacri e altri no, si possono violare.

Alessandra Mussolini contro Agorà:

"Non ci sono divieti specifici per fare video o foto nella tomba". E ogni anno migliaia di persone che la visitano si fanno selfie, riprese e magari mettono tutto sul web. "Io, con la famiglia Mussolini, peraltro, ho sempre avuto un buon rapporto".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE