Grasso si presenta: "D'Alema chi? Guido io il partito, ve ne accorgerete…"

Bruno Cirelli
Dicembre 11, 2017

Io o D'Alema? "Penso di poter riuscire a guidare una realtà politica e ad esercitare il mio potere che non sarà un comando imposto dall'alto". La sua uscita infatti, come sottolinea Renato Brunetta (che lo chiama "un po' sfigato"), arriva proprio nel giorno in cui si viene a sapere che a Milano è stata aperta un'inchiesta su Deutsche Bank per la ben poco chiara vicenda dello spread, il famoso "golpe finanziario" del 2011 che portò alla caduta del governo Berlusconi.

E sempre rispondendo alla staffilata di Renzi: "Io non ho un passato politico, guardo al futuro, Renzi ha forse una fase Zen che è passata e ora una fase con un futuro non molto roseo e comincia a dare stilettate.".

Poi un messaggio a Renzi: "Gli faccio i migliori auguri, ho rispetto per lui. Sono capace ad ascoltare e a farmi ascoltare: se ne accorgeranno tutti". In questa campagna elettorale sembra un passante. "Poi", ha aggiunto, "ci sono alcune foglioline, a forma di E, che indicano l'ambiente e le donne presenti nel nostro movimento e il ruolo che svolgono nel Paese".

Roma - "Che Tempo che fa" ha ospitato il presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso. E ha concluso l'argomento ribadendo "cercheremo di andare avanti mantenendo il rispetto delle persone". La trasmissione diventa anche l'occasione per un invito alla presidente della Camera Boldrini: "Auspichiamo possa venire con noi".

E il tema delle alleanze, ineludibile con questa legge elettorale?

"Dobbiamo ancora nascere e ci stiamo proiettando in tutti i territori, anche i più periferici e i più cattolici: rispecchieremo dei valori che sono comuni a gran parte del Paese". Lo ha affermato Nicola Fratoianni segretario nazionale di Sinistra Italiana nel corso dell'inaugurazione del nuovo circolo e della nuova sede di SI a Calenzano, in provincia di Firenze. Insomma, nessuna preclusione, neppure ai dem: "Il mio obiettivo è allargare, nessuna preclusione verso il Pd dopo il voto". E il racconto del suo addio al Pd: "Ho dato le dimissioni dal gruppo del Pd proprio perche ho visto cambiare il ruolo della politica e di questo partito. L'ultimo momento della legge elettorale in cui il senato ha dovuto porre e votare la fiducia senza poter discutere la propria legge elettorale, ha provocato in me una reazione di non poter più restare e quindi ho fatto questo atto che è il mio primo atto politico".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE