Mihajlovic con gli uomini contati a sinistra: contro la Lazio possibili novità

Rufina Vignone
Dicembre 10, 2017

"Felipe è una grandissima risorsa per noi, giovedì ho visto un giocatore recuperato che deve crescere in condizione. I punti che ci mancano non sono quelli di domenica con l'Atalanta o quelli a San Siro contro Inter e Milan: quelli sono stati tre pareggi meritati". Ecco perché secondo Inzaghi non è così impensabile parlare di Scudetto: "Vedendo quello che stiamo facendo, no. Dobbiamo essere realisti però, davanti abbiamo 4 squadre che stanno andando fortissimo". Ha avuto un versamento ai tendini, non sembrava nulla di grave ma gli dà ancora fastidio quando corre e sono già 10 giorni che sta così. "Sicuramente ora stiamo meglio, ma è anche vero che abbiamo incontrato squadre importanti. Edera mi piace molto, ma lui gioca meglio a destra e lì c'è Iago Falque che è l'unico che non delude mai". Non dimentichiamo che in quel ruolo ho Luiz Felipe e Wallace così come Patric e Basta.

Che Lazio ti aspetti in futuro? Sta facendo un buon campionato. Stiamo facendo qualcosa di inimmaginabile. "Procede bene e il nostro obiettivo è recuperarlo per le prossime partite senza incorrere in rischi". Il brasiliano sarà regolarmente in campo contro il Torino, un avversario che Inzaghi non intende sottovalutare: "Viene da 5 pareggi consecutivi, è una squadra che non molla ed è nel gruppo delle nostre inseguitrici". Non mi sembra in crisi. "Dovremo fare una partita tosta perché vogliamo assolutamente vincere".

Leiva. "E' un giocatore importantissimo". Obi invece ha strappato la convocazione anche se dopo una settimana di allenamenti personalizzati non è al massimo della condizione. "E' un grandissimo acquisto, vanno fatti i complimenti al direttore (Igli Tare, ndr) che me ne parlava da più di un anno". Anche per il centrocampo e la linea d'attacco restano dei dubbi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE