Gerusalemme capitale, Parigi boccia Trump

Bruno Cirelli
Dicembre 10, 2017

"Dopo avrò un incontro importante a Bruxelles con i ministri degli Esteri europei", - ha detto il premier, aggiungendo i capi del governo d'Israele degli ultimi 22 anni non hanno preso mai parte ad incontri con questo formato. Il capo del'Eliseo ha tuttavia espresso la sua "disapprovazione" nei confronti della scelta presa dal presidente statunitense Donald Trump di trasferire l'ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme, definendola "pericolosa". Dall'Europa - ha aggiunto - "ho sentito voci di condanna della storica decisione di Trump, ma non sul lancio di razzi contro Israele e sul terribile incitamento contro lo stato ebraico".

A Parigi è previsto un incontro con il presidente francese Emmanuel Macron, che Netanyahu ha definito come un "mio amico".

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu è partito per una visita in Europa, accusando i Paesi della UE di condurre una politica ipocrita, dal momento che sono state espresse dure critiche contro la decisione americana di riconoscere Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico e contemporaneamente vengono ignorati i razzi dei palestinesi. La Francia ribadisce il suo legame al diritto internazionale e al rispetto delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza Onu. "Gerusalemme è sempre stata la nostra capitale, prima si accetterà questa realtà, prima si arriverà alla pace", ha aggiunto sottolineando che a Gerusalemme si trovano la Knesset, il governo, la Corte suprema di Israele. "Quanto a Israele, è uno Stato terrorista, sì, terrorista!", ha tuonato il leader turco parlando a Sivas, secondo quanto riferiscono i media. I militari israeliani hanno risposto con dei bombardamenti aerei che hanno distrutto dei presunti depositi di armi dei militanti palestinesi a Gaza e provocato la morte di almeno due persone.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE