Skinhead Como all'alba blitz e perquisizioni della Polizia

Bruno Cirelli
Декабря 7, 2017

Una serie di perquisizioni sono scattate questa mattina da parte della polizia nei confronti di appartenenti alla formazione di estrema destra che nei giorni scorsi ha fatto irruzione in un circolo di Como.

"Fermiamo l'invasione": era questo lo slogan scandito dagli estremisti durante il blitz del 28 novembre nella sede di un'associazione pro migranti.

I provvedimenti di oggi sono stati disposti dalla Procura ed eseguiti dalle Digos di Como, Brescia, Lodi, Genova, Piacenza e Mantova, luoghi di residenza degli indagati.

I sodali - si sottolinea - sono tutti appartenenti al gruppo di estrema destra "Veneto Fronte Skinheads", tutti indagati in concorso per il reato di violenza privata.

All'esito delle operazioni è stato rinvenuto e sequestrato materiale documentale al momento argomento di un'approfondita analisi da parte dei poliziotti delle Digos e del Servizio per il Contrasto dell'Estremismo e del Terrorismo Interno- UCIGOS. Ieri il questore ha vietato il corteo di Forza Nuova previsto per sabato 9 dicembre a Como, lo stesso giorno in cui gli antifascisti scendono in piazza per protestare contro l'irruzione degli skinhead nella sala di un'associazione pro-migranti.

Tra loro sono stati individuati anche due giovani genovesi residenti nell'entroterra. Invito respinto da Forza Nuova, che ha annunciato che sarà in piazza, senza specificare dove e quando.

Altre relazioni

Discuti questo articolo