Omicidio Genny Cesarano, quattro ergastoli ai killer. 16 anni al boss pentito

Bruno Cirelli
Декабря 7, 2017

Era la notte del 12 settembre del 2015 quando Genny Cesarano rimase ucciso durante una stesa di camorra in piazza Sanità. Questa la decisione del giudice Alberto Vecchione emessa nel processo relativo all'uccisione del 17enne raggiunto da uno dei colpi di pistola che i killer del clan Lo Russo esplosero nel cuore della Sanità per vendicare le pistolettate che quelli del gruppo Esposito, poche ore prima, avevano rivolto contro la casa di un fedelissimo dei Capitoni. Gli autori di quel brutale omicidio furono Luigi Cutarelli, Antonio Buono, Ciro Perfetto e Mariano Torre, componenti del commando.

A dare solidarietà ai familiari di Genny erano presenti in tribunale alcuni studenti universitari della Facoltà di Giurisprudenza, con l'associazione Un popolo in cammino, un delegato dell'assessore ai giovani Alessandra Clemente e il presidente della municipalità Ivo Poggiani.

Sedici anni invece per l'ex boss Carlo Lo Russo, oggi collaborare di giustizia e reo confesso di essere il mandante della spedizione di morte. Soddisfazione è stata espressa dall'avvocato di parte civile, Marco Campora.

Altre relazioni

Discuti questo articolo