Mingardi e Cristicchi (al chiuso) per il Capodanno di Torino

Ausiliatrice Cristiano
Декабря 7, 2017

La festa si svolgerà quindi in due sedi decentrate, il Pala Alpitour a Santa Rita e Spazio 211 a Barriera di Milano. Un capodanno in sordina, dunque, per Torino che rinuncia ad organizzare la tradizionale festa in piazza. Gli eventi sono stati organizzati dalla Fondazione Teatro Regio e dalla Fondazione per la Cultura, e l'idea di escludere le piazze del centro storico nasce per due motivi: "Dopo la circolare Gabrielli sulla sicurezza dei grandi eventi, i costi organizzativi sarebbero stati troppo alti per la città - spiega l'assessora alla Cultura, Francesca Leon - e avremmo dovuto osservare troppe norme. Come l'ordinanza anti-vetro, o quella che avrebbe costretto le attività commerciali attorno all'area di un concerto ad abbassare la saracinesca".

La festa al Pala Alpitour inizia alle 21 di domenica 31 dicembre, con la musica di Luca Morino, Giorgio Conte e Daniele Lucca che interpreteranno i brani più famosi di Gipo Farassino. La direzione artistica degli eventi per il Capodanno 2018 è affidata a Pierumberto Ferrero in collaborazione con BMU, Folk Club, Spazio 211, Sotto il cielo di Fred, Cap 10100, associazione Augusta, Salvi Harps e associazione culturale Torino Jazz City.

Mingardi e Cristicchi (al chiuso) per il Capodanno di Torino

Radio Montecarlo è partner del Capodanno Torinese e lo trasmetterà in diretta. Nei locali del centro sarà possibile brindare al nuovo anno allo scoccare della mezzanotte e, lunedì 1 gennaio alle 11, risuoneranno note di musica classica in Galleria Umberto I, con la distribuzione di panettone e spumante.

Altre relazioni

Discuti questo articolo