Milan, Gattuso: "Biglia? Non sta al 100%. Kalinic sbloccato? Sperem"

Rufina Vignone
Декабря 7, 2017

Per me domani è una partita importante, non conta per la classifica, ma a livello mentale serve una prestazione importante, ci serve come il pane.

Gli esclusi: "Devono recuperare, ho preferito lasciarli a riposo perché abbiamo fatto un lavoro importante sia ieri che oggi". L'anno scorso avevano un altro passo. Stiamo facendo dei carichi di lavoro importanti. "Non stavamo marcando a uomo, ma a zona". Di certo Gattuso sognava un debutto diverso sulla panchina della squadra che lo ha visto trionfare da calciatore, ma di certo non si farà scoraggiare dalla falsa partenza.

Su Paletta: "Rappresenta un giocatore del Milan che si allena con grande voglia e grande veemenza".

Per quanto riguarda l'undici che scenderà in campo dal primo minuto, dovrebbe toccare a Antonio Donnarumma tra i pali; Zapata, Paletta e Romagnoli sulla linea dei difensori: centrocampo a cinque con Zanellato insieme, Biglia e Locatelli centrali, Calabria e Antonelli sulle fasce; e per finire la coppia regina d'Europa formata da Cutrone e Andrè Silva. Ieri era un po' stanco, ma l'ho visto molto pimpante, con grandissima voglia. Gli arrivi di Musacchio e Bonucci hanno praticamente tolto spazio all'argentino, che ad agosto è stato anche ad un passo dall'addio definitivo, con la Lazio pronta ad ingaggiarlo per poi concludere la trattativa con il più classico dei 'nulla di fatto'. Viene data la possibilità a chi ha giocato meno di giocare e voglio vedere giocatori che mi dimostrino voglia e mi mettano in difficoltà. Mi aspetto di vedere una squadra che sappia soffrire, che abbia voglia. "Voglio una squadra che sia consapevole di essere forte, anche se dobbiamo migliorare tanto". "E' tranquillo e sa che può dare tanto, come ci possono dare tanto tutti i giocatori che abbiamo a disposizione". Chelsea-Milan, in panchina c'era Zaccheroni, dall'altra parte avevo contro Deschamps e Desailly. "Giocando in Europa con la maglia del Milan bisogna sempre avere rispetto e impegnarsi fino alla fine". "Non è un alibi, ma dobbiamo andare piano, non possiamo caricare troppo, perché si rischia che i giocatori si facciano male". "Sarebbe stato bello allenarsi qua allo stadio prima della partita, ma poi abbiamo dovuto cambiare programma perchè dovevamo lavorare con alcuni giocatori che sono rimasti a casa". "I ragazzi mi stanno dando una grandissima mano e ci stanno mettendo grandissima voglia". "L'ho visto bene, si allena bene ed è giusto dargli minutaggio".

A pochi giorni dalla delusione di Benevento, Gennaro Gattuso è tornato a parlare in conferenza stampa alla vigilia di Rijeka-Milan, ultima sfida del girone di Europa League.

Altre relazioni

Discuti questo articolo