Buona Scuola, Consulta: "Anche i docenti di ruolo possono partecipare ai concorsi"

Paterniano Del Favero
Декабря 7, 2017

"La pronuncia - spiega una nota della Consulta - è pertanto destinata ad applicarsi anche alle prossime procedure concorsuali di reclutamento dei docenti". Aveva ragione il sindacato Anief che ha più volte adito la vis giudiziaria contro le tante norme illegittime contenute nella legislazione renziana della buona scuola, e non solo in quella. Con sentenza numero 251 di ieri, 6 dicembre 2017, è stato infatti annullata, perché incostituzionale, la previsione dell'articolo 1, comma 110, della legge 107 del 2015, che esclude dai concorsi pubblici per il reclutamento dei docenti coloro che siano già di ruolo nelle scuole statali. La questione era stata sollevata dal Tar del Lazio, a cui si erano rivolti due prof di ruolo che erano stati esclusi dalla partecipazione ad un concorso in quanto già assunti con contratto a tempo indeterminato. Inoltre, la preclusione imposta ai docenti di ruolo "puo' rivelarsi ininfluente ai fini dell'obiettivo asseritamente perseguito, non arrecando alcun sostanziale vantaggio in termini di migliore allocazione delle risorse lavorative", rileva la Consulta, dato che "l'accesso ai concorsi dei docenti con contratto a tempo indeterminato darebbe luogo, nel caso di esito favorevole, all'assunzione degli stessi nella 'nuova' posizione, con conseguente scopertura della posizione precedentemente ricoperta, che potrebbe, quindi, essere successivamente assegnata ad altri".

La Corte Costituzionale torna sulla "Buona scuola" e le fa perdere un altro pezzo.

Altre relazioni

Discuti questo articolo