Sedativi in biberon figlia: tentato omicidio

Bruno Cirelli
Dicembre 6, 2017

La donna, secondo l'accusa, avrebbe somministrato dei sedativi con il biberon mentre la bambina era ricoverata in ospedale a Roma. L'intervento tempestivo dei medici ha evitato la morte della bambina. L'udienza si terrà il prossimo 10 gennaio, e la donna sarà giudicata dai Giudici della Quinta sezione penale. La donna risponde del reato tentato omicidio.

Secondo quanto emerso finora il progetto della donna, che soffre di problemi psichici, era quello di avvelenare la figlia per rinsaldare il rapporto ormai in crisi con il marito, minacciando l'uomo di togliersi la vita se avesse parlato.

Chi indaga non esclude che la donna possa essere affetta dalla sindrome di Munchhausen, disturbo che affligge alcuni genitori spingendoli ad arrecare un danno fisico al figlio per farlo credere malato nel tentativo di attirare attenzioni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE