Roma, Monchi: "Il nostro obiettivo è quello di vincere lo Scudetto"

Rufina Vignone
Dicembre 6, 2017

Era difficile e dobbiamo essere molto contenti. Monchi in questa chiacchierata ha avuto modo di affermare come sia importante per lui il suo metodo di lavoro, tanto da ritenere che nel caso in cui dovesse cambiarlo non garantirebbe la stessa efficacia che lo ha contraddistinto in questi anni, e che gli ha permesso di chiudere trattative importanti evidenziatesi soprattutto per l'eccelso rapporto qualità prezzo (in Italia abbiamo un certo Sabatini che utilizza più o meno con lo stesso modus operandi). Ma se la Roma mi ha chiamato è perché conosce la mia forma di lavorare, non devo cambiare, qui posso essere Monchi. La Roma è un club che storicamente ha esigenze molto alte. Nel mio team ci sono molte persone, principalmente impiegate nello scouting. Devo mantenere questo progetto in alto e cercare di dargli una consistenza e uno stile. Aspettiamo che piano piano aumentino sempre di più. Ovviamente un mio obiettivo è quello di esaudire il sogno di qualsiasi romanista, che è vincere un titolo. Nella Roma questo non si può eludere: è un obiettivo. È complicato spiegare il mio metodo. Ci sono notizie sul nuovo stadio della Roma che diventa realtà.

Monchi, all'interno dell'intervista, svela anche i retroscena del rapporto tra la dirigenza di un club e l'allenatore: "Innanzitutto c'è il lato sportivo: tattico, tecnico..." La figura che vado a scegliere deve incastrarsi perfettamente nel vuoto che va riempito.

No, aspettavo che finisse la partita. È più questo che altro.

Il ricordo del derby non è lontano e Monchi lo rivive: "Questo l'ho vissuto con più intensità". Qui esco di meno, ho meno amici e conosciuto meno gente. Ma durante la settimana del derby ho cominciato a rendermi conto di cosa sia.

Non lo so, dobbiamo andare piano piano e continuare questa crwescita. Però ancora un po' fatico. Nel campo l'ho percepito moltissimo, vedendo come i giocatori celebravano la vittoria e come lo facevano i tifosi. Alla fine credo sia simile a quello di Siviglia, le tifoserie anche qui sono molto calde. "Questo l'abbiamo vinto e quindi bene così, è stata un'esperienza perfetta".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE