Mertens: "Non sono stanco, domani dimostreremo che abbiamo un gruppo importante"

Rufina Vignone
Dicembre 6, 2017

In una gara contro di loro persi anche due denti. Abbiamo avuto un'ottima partita con delle difficoltà negli ultimi 20 metri. Nel 2012 ne caddero due dopo uno scontro di gioco ma vincemmo 3-0.

Quante possibilità avete di passare il turno? "Per noi non sarà una partita difficile ma vogliamo dimostrare si saper reagire e di meritare di giocare in questa competizione". Sarebbe un'offesa nei suoi confronti. Superare la sconfitta contro la Juventus? Sono pronto per domani, le batterie sono piene. "No. Abbiamo perso e non eravamo più abituati, ma nell'ultimo anno abbiamo fatto bene. Il Napoli ha fatto la scelta giusto, nonostante l'infortunio farà una grande carriera". "Nella vita ho già dato". "La settimana scorsa ho avuto un premio, che mi hanno votato 500 calciatori e che tu non mi hai votato (al giornalista). Mi piacerebbe avere un tantino di fortuna e arrivare agli ottavi". E domani è il momento di dimostrarlo. Cosa pensa di chi dice che la sua squadra è in crisi?

CALCIO OLANDESE - "Il futuro può essere positivo". Non mi sento leader, giochiamo in 11, e nemmeno perché siamo in 25 a voler fare bene. "Questa è la cosa più importante". Sono certo che il City vorrà vincere la partita e fare il record. Sto ancora un po' male per venerdì e anche per questo domani voglio fare bene. "Lo vogliamo tutti e la società, con il rinnovo di Ghoulam, che è amico mio ed è forte, forte, forte, ha lanciato un segnale molto importante". Domani verrà a vedermi la mia famiglia, è bello tornare tra la mia gente.

Oltre a Maurizio Sarri, anche Dries Mertens parla in conferenza stampa: "Lorenzo (Insigne ndr) - dichiara - è un grande giocatore e mancherà ma abbiamo tanti giocatori che possono prendere il suo posto". Dobbiamo solo ritrovare il nostro gioco migliore. Il club partenopeo necessita obbligatoriamente dei 3 punti in Olanda, ma potrebbe non bastare.

Cosa ti aspetti dal Manchester City?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE