Il Colosseo? Liberare il piazzale dal suq

Bruno Cirelli
Dicembre 6, 2017

Ecco i dati definitivi forniti dal Mibact sul numero di visitatori nei principali luoghi della cultura statali: 20.723 al Parco archeologico del Colosseo; 6.840 alla Galleria degli Uffizi; 6.366 a Palazzo Pitti; 6.231 al Giardino di Boboli; 6.053 a Pompei; 5.800 a Castel Sant'Angelo; 5.648 al Museo Nazionale Romano: 5.377 alla Reggia di Caserta; 5.322 al Museo archeologico nazionale di Napoli; 4.816 alla Galleria dell'Accademia di Firenze; 4.646 alle Gallerie nazionali di arte antica di Roma.

Paola Lo Mele Il primo affondo di Alfonsina Russo, la nuova direttrice del Parco Archeologico del Colosseo, arriva a pochi giorni dalla sua nomina. "Si tratta di un profilo di altissima qualità - ha dichiarato il Ministro Franceschini - che saprà coniugare ricerca, innovazione e tutela per uno dei monumenti più celebri al mondo e autentica icona dell'Italia".

Russo ha parlato anche del Consorzio dei Fori, un grande progetto per il quale nel 2015 era stato sottoscritto un protocollo d'intesa tra il ministro Franceschini e l'allora sindaco di Roma Ignazio Marino. Poi il progetto si è fermato: "Sarebbe opportuno riprenderlo, ma si vedrà come fare nelle modalità". Quanto ai primi obiettivi della dirigente, spicca senz'altro quello di restituire il Colosseo e l'area centrale ai residenti rendendolo il vero cuore di Roma e non un corpo estraneo. riproduzione riservata ®. Da dove partire quindi? Al momento è in corso un bando. "Andrà analizzato nelle diverse sfaccettature e andranno individuate le modalità per poter consentire una bigliettazione agevolata alle famiglie, agli anziani e per attrarre soprattutto i residenti". Bisogna lavorare tantissimo sugli accessi e sulla bigliettazione. Così, alla sua prima uscita pubblica per la presentazione della guida In Cammino sulla via Appia, Russo non usa mezzi termini per denunciare: "Piazza del Colosseo è un suk e anche su quello bisognerà lavorare, innanzitutto per raggiungere l'obiettivo della legalità e poi per dare anche l'idea a chi arriva che l'Italia è un Paese civile". A tal fine la direttrice chiede di "istituire un tavolo tecnico con Prefettura, Questura e Comune". La neodirettrice non ha ancora avuto contatti con il Campidoglio, perché - spiega - "non posso finchè non ho il contratto".

Nei rapporti con l'amministrazione capitolina, rispetto alla situazione precedente (cioè prima dell'istituzione del Parco archeologico del Colosseo), "non cambia nulla di sostanziale - assicura la neo direttrice -, se non che l'area centrale viene estrapolata per dare più forza alla stessa area".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE