Biotestamento, si vota giovedì 14 dicembre

Bruno Cirelli
Декабря 6, 2017

E' arrivato in aula il biotestamento, la legge sul fine vita, i vitalizi, invece, non sono stati neanche calendarizzati e soprattutto non si parlerà, con grande delusione della sinistra, di IUS SOLI. Subito dopo è iniziata la discussione generale sul provvedimento. Inizialmente avrebbe dovuto essere discussa in Senato prima della pausa estiva, a fine giugno, ma nel corso dell'estate sono intervenuti numerosi slittamenti che di fatto hanno reso impossibile il proseguimento dell'iter parlamentare. Si riprenderà dunque martedì prossimo.

La conferenza dei capigruppo di palazzo Madama ha deciso, secondo quanto ha riferito il senatore Carlo Giovanardi al termine della riunione, che il voto finale si terrà giovedì 14 dicembre.

Dal consenso informato alle "Dat" Approvato dalla Camera il 20 aprile scorso il ddl sul biotestamento è centrato sul consenso informato e sulle disposizioni anticipate di trattamento (Dat).

Attraverso le disposizioni anticipate di trattamento (Dat), chiunque potrà esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari.

"Votiamo contro e ripresenterò in Aula tutti i 1820 emendamenti che avevo presentato in commissione, se vogliono giocare andiamo avanti a giocare ma lo deve sapere il paese che al Senato si gioca. noi vogliamo far capire così che questa legge è sbagliata", Così Gian Marco Centinaio capogruppo della Lega al Senato preannuncia la battaglia parlamentare che verrà fatta sul biotestamento dopo la decisione della capigruppo di iniziar già oggi pomeriggio l'esame del provvedimento.

Al disegno di legge sul biotestamento sono stati presentati in tutto 3000 emendamenti (per l'esattezza 3005). La Lega ne ha ripresentatiti 1203, mentre Forza Italia 147. Le proposte di modifica sono aumentate rispetto a quelle depositate in commissione. Nessun emendamento invece da parte del M5s e Pd.

Altre relazioni

Discuti questo articolo