Olympiacos-Juventus, Allegri: "Higuain ci sarà, da valutare Buffon e Pjanic"

Paterniano Del Favero
Dicembre 5, 2017

"Il risultato di Napoli ci deve dare una spinta in più". E' finita l'era dei black out? Ma deve essere la normalità.

Max Allegri sottolinea l'importanza della sfida europea. Se infatti il Chelsea - a quota 10 - non batte l'Atletico, può essere superata da Dzeko & co. aggiungendo tre punti contro il Qarabag.

"Sì, è in ottima forma fisica e mentale". Buffon e Pjanic sono affaticati e da valutare per non rischiare. E' complicata anche perché veniamo da uno sforzo importante, e già due anni fa a Siviglia lasciammo il primo posto per essere scesi in campo con mentalità allegrotta. Non possiamo aspettare la partita del Barcellona.

L'Inter è dietro l'angolo: non è stato tentato per niente dal turnover? Intanto c'è un po' di tensione ad Atene: un attacco degli ultras dell'Olympiacos sarebbe stato fermato dalle cariche della polizia mentre alcuni tifosi della Juventus stavano uscendo dalla metropolitana.

"Domani Higuain gioca. Sta bene sia fisicamente sia mentalmente. e' tornato disponibile anche Mandzukic, e gioca". Massimiliano Allegri ovviamente non si fida di un avversario che in questa Champions ha raccolto solo un pareggio, qui contro il Barcellona e che ha la testa al campionato, dove insegue l'Aek a un punto.

"Il calcio cambia ogni volta".

Poi tocca a Barzagli: "Stiamo bene, vittorie come quelle di venerdì fanno bene". "La nostra forza è il gruppo, il resto sono notizie infondate - taglia corto Barzagli -". Espugnato il San Paolo, l'appuntamento di Atene, decisivo per il passaggio agli ottavi, è di quelli da non fallire anche se pure un ko potrebbe promuovere i bianconeri nel caso lo Sporting non passi al Camp Nou.

Avete ritrovato la difesa di ferro. Dovremo fare gol, perché ci serve una vittoria, ma sarà fondamentale anche non subirne. Abbiamo in testa solo l'Olympiakos. Siamo andati da vittima sacrificale e abbiamo vinto, domani non ci sarà possibilità di rifarsi e quindi dobbiamo assolutamente raggiungere il primo obiettivo stagionale. Che però la Juve sia apparsa in crescita è evidente.

Cosa pensa del suo compagno di reparto Benatia? Douglas Costa? Può fare la differenza nell'uno contro uno, creando superiorità. Ha qualità straordinarie e deve tornare a fare prestazioni di livello.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE