Diamante venduto all'asta per 6,5 milioni di dollari: colpaccio del gioielliere Graff

Paterniano Del Favero
Dicembre 5, 2017

Gran parte del risultato della vendita (circa 3,8 milioni della vendita) verrà devoluta agli abitanti di Koryardu, villaggio nel distretto di cono dove è stato trovato il diamante.

Fu proprio il pastore a ritrovare l'enorme sedimento minerale dalle proporzioni inaudite; si tratta di un ritrovamento storico, il diamante grezzo più grande degli ultimi 40 anni con i suoi 706 carati effettivi.

La metà dei proventi di un gigantesco diamante della Sierra Leone, che sarà battuto all'asta a New York oggi, saranno investiti "in favore della popolazione".

Il pastore se lo ritrovò tra le mani proprio durante una di quelle tante visite alle miniere del villaggio di Koyadu, rimase attonito, ma nulla gli impedì di consegnare direttamente la pietra preziosa nelle mani del governo africano con la speranza che sarebbe stato investito per il benessere, l'economia e l'avanzamento sanitario della nazione. La pietra, la 14.esima al mondo per grandezza, è stata trovata da un pastore protestante. Abdulai Bayraytay ha detto che la vendita del "diamante della pace" agevolerà a cambiare la narrativa sul sanguinoso commercio delle pietre preziose in Sierra Leone che ha causato oltre 50 mila morti. La vendita del "diamante della pace", così è stato ribattezzato, servirà a portare acqua potabile, elettricità, strutture ospedaliere, scuole, ponti e strade nella zona dove è stato trovato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE