Salvini, mi minacciano su Facebook

Bruno Cirelli
Dicembre 4, 2017

"Sono altrettanto sicuro - ha aggiunto il leader della Lega - che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta".

"Minacciato su Facebook, sotto il simbolo delle Brigate Rosse". In matinata il post è stato rimosso dalla pagina 'Vento ribelle', ma dall'entourage del segretario del Carroccio fano sapere che è stato fatto lo screenshot del post e nel pomeriggio sarà presentata la denuncia alla Polizia Postale competente per il reati informatici. Il post - accompagnato dal commento "ho un sogno" -, attualmente, non è più presente sul social network, ma viene rilanciato - via screenshot - dallo stesso leader della Lega. "Ovviamente mi auguro che dopo tante chiacchiere sulle fake news e la violenza su Facebook partano indagini vere e approfondite sull'autore di questo gesto".

Matteo Salvini imbavagliato con dietro la bandiera delle Brigate Rosse, l'organizzazione terroristica di estrema sinistra che, tra il 1970 e il 1988, ha seminato paura e morte in Italia.

Sempre Salvini, poi, ha commentato in merito alla triste vicenda: "Incredibile". Siamo stanchi della democrazia a senso unico, della solidarietà a parti alterne.

"Oggi stesso denunceremo l'autore - aggiunge Salvini - e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza".

"Solidarietà all'amico Matteo Salvini".

Anche Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza del Pd, si è detto solidale con Salvini affermando: "A nome mio e del PD rivolgo piena solidarietà a Matteo Salvini per il violento quanto indegno post che è apparso su Fb. Il web non può diventare un luogo di odio!", scrive su Twitter Giovanni Toti, presidente della regione Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi. Bavagli e ricordi di un sanguinario passato terroristico sono da condannare con forza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE