Inter, Spalletti: "Dobbiamo lottare con squadre da record"

Rufina Vignone
Novembre 24, 2017

E l'Inter non solo è una squadra che vede bene la porta con la testa, ma realizza tantissimo grazie ai cross in area: dieci reti su venticinque si sono sviluppate così. Il passo della società è quello a cui allinearsi.

"La squadra ha buoni margini di crescita e sono contento di quanto fatto finora. Abbiamo fatto due risultati positivi, ma dobbiamo continuare a tener sempre presente l'obiettivo salvezza".

Che gara si aspetta domani?

Diego Lopez, allenatore del Cagliari, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. I nostri calciatori sanno il nostro obiettivo, noi dobbiamo avere delle ambizioni però bisogna essere costanti. "Ma sono concetti che la mia squadra conosce, quando dico ferri del mestiere, voglio dire proprio questo".

Qual è l'elemento che da più certezze a Spalletti e cosa va migliorato? "Ora l'Inter - continua - sa scegliere i momenti durante una partita per colpire e dare il massimo". Queste alcune delle sue parole in merito: "Non siamo appagati, dobbiamo trovare equilibrio, sia dal punto di vista emotivo che dei risultati". Noi dovremmo comunque cercare di fare le nostre giocate. Se poi ci si mette un po' di fisicità nella composizione della squadra diventa un vantaggio in più perché tanti gol arrivano su palla inattiva. "Per il momento non c'è, ma bisogna dare seguito". Ogni volta tutti ci fanno i complimenti e dicono che stiamo facendo un bel campionato perché non abbiamo mai perso. "Ce ne sono diversi pronti per assumersi le responsabilità di chi ha giocato più spesso". "Faccio i complimenti all'Atalanta per la qualificazione in Europa League perché aveva un girone tostissimo, Gasperini sa di cosa parla quando dice così e la sua squadra gioca un grandissimo calcio". In quel reparto ne abbiamo cinque che potrebbero giocare. Mi parlano di Dalbert, lo vedrete. Ve li faremo vedere prima della fine dell'anno, cercate di pazientare e poi sarà tutto sotto gli occhi di tutti. Lo stesso vale per Brozovic con il Benevento. Quota Champions a quanto? Si vince e si perde tutti insieme. Trappole? "Il Cagliari e Lopez sanno che strada fare per il loro obiettivo".

Joao Mario è psicologicamente pronto? .

"Se non è convinto lui, io farei fatica a seguire il suo percorso. Se giochiamo individualmente è difficile uscirne vincitori, ma se li affrontiamo di collettivo possiamo fare bene".

La spaventa un po' l'interesse del Real per Icardi? Non c'è solo il Real, e io sarei un eterno preoccupato.

Cagliari e Inter si incroceranno domani nell'anticipo serale alla Sardegna Arena. "Quindi posso dormire tranuillo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE