Gasperini: "Vicini all'obiettivo, ma con l'Everton sarà dura. Su Caldara…"

Rufina Vignone
Novembre 22, 2017

Gli inglesi hanno deluso in Europa, ma restano una squadra temibile, soprattutto in casa: "Loro sono gia' eliminati, non so che squadra schiereranno, ma mi aspetto il classico spirito di una squadra britannica, che come sempre avra' la spinta del pubblico", ha aggiunto.

L'Atalanta è ad un passo dalla qualificazione ai sedicesimi di Uefa Europa League, ma per farlo deve ottenere almeno un punto a Goodison Park contro l'Everton, una trasferta all'apparenza facile, ma che nasconde tante insidie. Pienamente recuperato Mattia Caldara, tenuto precauzionalmente a riposo contro l'Inter per un affaticamento muscolare poi smaltito. "L'unico vantaggio è che giocheremo lunedì nel posticipo col Benevento e quindi ci sarà più tempo per recuperare".

L'Atalanta torna a giocare in Europa League dove, fino a questo momento, si è comportata egregiamente. Infine una chiusura sulla nazionale olandese: "La situazione dell'Olanda è peggio di quella dell'Italia, considerando anche il fatto che non ci siamo qualificati neppure per gli scorsi Europei. In serie A abbiamo sofferto un andamento un po' altalenante, raccogliendo tutto sommato quanto meritato". Difficile fare paragoni, ma a livello di prestazioni ci siamo ripetuti. "Non lo ritengo negativo".

La squadra bergamasca è vicina alla qualificazione ai 16esimi di finale: infatti le sarà sufficiente una vittoria o un pareggio; in caso di sconfitta, l'Atalanta si qualificherebbe solo nel caso in cui l'Apollon Limassol non dovesse vincere. Vorremmo arrivarci con le nostre forze. "Siamo lì vicino e bisogna chiudere il discorso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE