Cronaca. Spaccio di droga nel Messinese: due arresti, denunciato un minorenne

Bruno Cirelli
Novembre 22, 2017

I Carabinieri di Cervia-Milano Marittima e quelli di Ravenna hanno fermato il furgone dopo averlo notato procedere barcollante, ma non si sarebbero mai aspettati di trovarlo stracolmo di droga. Il maxi-sequestro è avvenuto il 10 novembre scorso. Dall'analisi dei contatti intrattenuti tra questi e altri personaggi gravitanti nel mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti in città, si è giunti alla definizione di una fitta rete di spacciatori capeggiati da Ciro D'Agostino, vertice dell'organizzazione e reggente dell'omonimo clane fratello di Giuseppe e Antonio D'Agostino, attualmente detenuti in carcere perché condannati per associazione a delinquere di stampo camorristico, omicidio e altri reati.

Ieri pomeriggio nel centro storico e nel centro cittadino, nel corso di specifici servizi tesi a contrastare l'uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri della stazione Maddalena e del Nucleo Operativo della compagnia Centro hanno messo a segno due arresti. È scattato il controllo: i militari hanno trovato un grammo di marijuana. Il passeggero, invece, si è lanciato fuori dal veicolo durante la corsa e si è allontanato verso la campagna. Da tempo i militari li stavano tenendo d'occhio. Anche i due compagni sono stati fermati, poiché ritenuti far parte della manovalanza impiegata nelle operazioni di trasferimento nell'autocarro della droga, trasportata con tutta probabilità via mare con un'imbarcazione.

Dai controlli c'è stata la conferma del viavai di persone, molte delle quali minorenni, che si recavano al campo per acquistare droga.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE