Uber ordina 24.000 Volvo XC90 per la guida autonoma

Paterniano Del Favero
Novembre 21, 2017

Una partnership che si rafforza grazie ad una presenza capillare nel mondo dello sport, Volvo Car Italia ancora una volta è presente come partner ufficiale di una grossa realtà calcistica. "Volvo ha scelto di essere parte attiva di questa rivoluzione". "Il nostro obiettivo è quello di essere a livello globale il fornitore di scelta per i gestori di servizi di condivisione delle auto a guida autonoma", il commento del presidente e AD Volvo Hakan Samuelsson. "L'accordo adesso annunciato è il primo esempio della nuova direzione strategica". Volvo non produce auto a guida autonoma in questo momento e fa notare che sarà Uber ad aggiungere i propri sensori e l'hardware necessario alla gestione della guida autonoma.

Gli ingegneri Volvo hanno lavorato a stretto contatto con gli ingegneri di Uber per sviluppare i premium SUV XC90 che faranno parte della flotta Uber.

"Siamo entusiasti di espandere la nostra partnership con Volvo", ha dichiarato Jeff Miller, responsabile di Auto Alliances, Uber. "Questo accordo ci mette nelle condizioni di produrre veicoli a guida autonoma su vasta scala".

Questi veicoli sono sviluppati sull'architettura SPA, con telai completamente modulari sviluppati dalla Volvo Cars.

Uber potrebbe quindi aver trovato una scorciatoia strategica per uscire dall'angolo dei problemi della sua divisione di vetture a guida autonoma, accusata di aver rubato diversi segreti commerciali dei suoi concorrenti. "E il progetto diventerà un'attività commerciale solo quando sarà possibile rimuovere del tutto il pilota dalla macchina", ha concluso Miller.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE