Fermi taxi e Ncc domani in tutta Italia

Bruno Cirelli
Novembre 21, 2017

I tassisti infatti hanno confermano lo sciopero nazionale proclamato per domani, dalle 8 alle 22. Domani, martedì 21 novembre, i conducenti dei taxi incroceranno le braccia per 24 ore, dopo l'accordo raggiunto lo scorso febbraio, al termine di una convulsa trattativa segnata da cortei e blocchi.

"Negli ultimi tre mesi si sono tenuti al Mit ben cinque incontri con i rappresentanti di Ncc e Taxi per esaminare i principi base del riordino de settore".

"Aderendo alla sollecitazione delle associazioni, ci siamo impegnati a valutare la possibilità di concedere incentivi pubblici per la realizzazione di piattaforme tecnologiche direttamente da parte degli operatori di settore".

Grazie a volontari si stanno organizzando i servizi di presidio dei principali posteggi (piazza Maggiore, Ferrovie dello Stato piazzale Medaglie d'oro e AV, Aeroporto, piazza Malpighi, via Indipendenza Righi) e i taxi a copertura dei servizi di garanzia rivolti a persone a ridotta capacità motoria: anziani, donne incinte, persone con disabilità, servizi da e per gli ospedali.

Duro il vice ministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini: "Lo sciopero non trova alcuna giustificazione. Dietro alcune sigle si nasconde una valutazione che non è di merito ma solo politica".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE