Buffon: "Mi ritiro a fine stagione il futuro non mi spaventa"

Rufina Vignone
Novembre 20, 2017

Quanto a Buffon, che ha già detto addio alla nazionale italiana, in questi giorni si parla molto di futuro e l'ipotesi più accreditata è quella di dirigente, anche se il diretto interessato frena.

Buffon non vuole fare la figura del burattino o dell'ignorante.

Leggende a confronto: il modo migliore per avvicinarsi alla partita di mercoledì, quando la Juventus riceverà il Barcellona all'Allianz Stadium. Se sono sicuro? Sono sereno, non ho paura di ritirarmi, sono curioso della vita e non ho paura di smettere.

Il sogno di un figlio calciatore.

. I miei inizi? Fino all'età di 12 anni ho fatto il centrocampista. Gli direi di divertirsi, e metterci passione e serietà. L'ultima partita sarà come la prima, con grande orgoglio e entusiasmo. Merito anche degli splendidi momenti vissuti in carriera: "Gli ultimi anni sono bellissimi, li vivo con coscienza, ma non dimentico gli anni del Mondiale, l'arrivo alla Juventus nonostante la sofferenza nel lasciare Parma". E' un po' presto per pensare di fare allenatore, il ruolo di dirigente non l'ho mai considerato. A fine anno appenderà le scarpe al chiodo ma prima sogna di "vincere la Champions".

Scontata la risposta su chi potrebbe vincere la Champions di quest'anno: "Spero naturalmente il Barcellona".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE