Riina è morto all'ospedale di Parma

Barsaba Taglieri
Novembre 19, 2017

Se in chiesa è entrato da vivo, per sposare la moglie Ninetta Bagarella, non tornerà da morto.ARRIVA LA FAMIGLIAOperato due volte nelle ultime settimane, da dieci giorni era in. Era il capo di Cosa Nostra. Il boss corleonese era malato da tempo.

A luglio il tribunale di sorveglianza di Bologna aveva rigettato la richiesta di differimento della pena per Totò Riina, avanzata dai legali. Ieri, quando ormai era chiaro che le sue condizioni erano disperate, il ministro della Giustizia ha concesso ai familiari un incontro straordinario col boss. Riina stava scontando 26 condanne all'ergastolo per decine di omicidi e stragi tra le quali quella di viale Lazio, gli attentati del '92 in cui persero la vita Falcone e Borsellino e quelli del '93, nel Continente. Totò Riina non si è mai pentito e per lui un funerale pubblico "è impensabile", ammoniscono i vescovi. Per questo motivo è rimasto nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma in regime di 41bis.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE