Pastore: "Probabile il mio ritorno in Italia"

Rufina Vignone
Novembre 19, 2017

Intervistato dai media locali, l'ex Palermo ha spiegato l'importanza di giocare in questa stagione, con i mondiali sempre più vicini: "Voglio giocare di più perché il mio obiettivo è il Mondiale e se continuerò a giocare poco il commissario tecnico non potrà convocarmi". Sono tranquillo se posso giocare come oggi.

Intervenuto ai microfoni di Gazzetta TV, Javier Pastore è tornato a parlare del suo futuro scatenando gli agenti di mercato in vista della prossima sessione invernale, quando con ogni probabilità lascerà l Francia. E' l'anno del Mondiale, sto cercando di trovare una continuità che mi permetta di recuperare dai miei infortuni e di poter essere al massimo della condizione fisica. Si parla di un trasferimento al Siviglia? Al mercato al momento non ci penso. Non lo so, penso che sia più probabile vedermi in Italia... A me l'Italia piace tantissimo: considererei una chiamata di una squadra italiana, poi bisognerà valutare tante cose. Sabatini? Con lui ho un bellissimo rapporto, parlo sempre con lui, è un grande amico, uno che mi ha dato tanto da quando sono arrivato qua in Europa, è una grande persona. Se tornerei in Italia?

L'Inter dunque osserva con sempre maggiore interesse la situazione riguardante al fantasista argentino, che se mai dovesse lasciare la capitale francese potrebbe davvero approdare in nerazzurro. Da non scartare a priori un possibile scambio di prestiti con Joao Mario, come spesso sostenuto nel corso delle ultime settimane.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE