Ore del Bahrain, Ferrari: Calado e Pier Guidi sono Campioni del Mondo

Rufina Vignone
Novembre 19, 2017

Quarta la TS050 Hybrid n.7, di José Maria Lopez, Mike Conway e Kamui Kobayashi. La seconda fila sarà composta dalla 919 #2 dei campioni Brendon Hartley, Earl Bamber e Timo Bernhard e dalle TS050 #8 di Sébastien Buemi, Anthony Davidson e Kazuki Nakajima. L'oggetto è rimasto incastrato tra il musetto e il fondo della vettura, e Bernhard è dovuto rientrare ai box per consentire la sua rimozione da parte dei meccanici.

Buemi, salito in seconda posizione per via dei problemi di Bernhard, ha iniziato un pressing serrato sul connazionale Jani, in quel momento al volante della 919 Hybrid n.1. L'ultima vittoria assoluta dell'anno alla Toyota TS050 di Buemi-Davidson-Nakajima. I due sono venuti al contatto, con conseguenze importanti: la 911 RSR ha terminato anzitempo la corsa, mentre la TS050 Hybrid n.7 è stata tagliata fuori dai giochi per la gara. Sceso in terza posizione, Lopez ha rapidamente riguadagnato il secondo posto.

Non era destino che la TS050 Hybrid n.7 lottasse per la vittoria, però: Kamui Kobayashi è stato protagonista di un doppiaggio - forse avventato - sulla Porsche 911 RSR n.92 di Christensen. Stesso destino per la 919 Hybrid n.1, fortemente penalizzata dal contatto con la Porsche 911 RSR n.86. La casa di Stoccarda partirà davanti a tutti con la 919 Hybrid #1 di Neel Jani, André Lotterer e Nick Tandy. Assegnato anche il titolo LMP2 che è andato alla Vaillante Rebellion di Bruno Senna, nipote del mitico Ayrton, e Julian Canal. A separare il prototipo vincente dalla gemella, la n.13 di Mathias Beche, David Heinemeier Hansson e Nelson Piquet Junior, troviamo l'Oreca 07 Gibson n.38 della DC Jackie Chan Racing, nelle mani di Ho-Pin Tung, Oliver Jarvis e Thomas Laurent. La 488 Gte numero 51 di James Calado e Alessandro Pier Guidi, leader della classifica piloti, scatterà dalla 4/a posizione dietro ai rivali per il titolo della Ford numero 67, Andy Priaulx e Harry Tincknell, ma davanti ai principali inseguitori, Frederic Makowiecki e Richard Lietz con la Porsche 91. In LMGTE Am vittoria per l'Aston Martin V8 Vantage n.98 di Paul Dalla Lana, Pedro Lamy e Matthias Lauda, cui va l'iride di classe.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE