Domenica 19 la Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada

Bruno Cirelli
Novembre 18, 2017

In occasione della Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada, il Comitato di Latina della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con AICIS e ANVS, ha organizzato domenica 19 novembre 2017 una Fiaccolata commemorativa. Nel 2010 le vittime erano 4.114 e sono state in costante diminuzione fino al 2014, nel corso del quale se ne sono registrate 3.381. Il quarto Programma di azione europea sulla sicurezza stradale 2010-2020 quantifica un nuovo obiettivo indicando una riduzione ulteriore del 50% in 10 anni delle vittime di incidenti stradali. 32 persone decedute, mentre nel 2015 gli incidenti mortali sono stati 45 con lo stesso numero di persone che hanno perso la vita.

I comportamenti più frequenti che causano incidenti stradali sono la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 41,5% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano, infatti, l'eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l'uso di telefono cellulare alla guida.

La donna, con una nota stampa invita la cittadinanza irpina tutta e le istituzioni a celebrare adeguatamente questa ricorrenza: "Occorre essere efficaci, occorre essere presenti, ed è per questo che la presenza attiva delle istituzioni, insieme ai cittadini, in un giorno dedicato alla memoria delle vittime della strada a livello mondiale, deve essere considerato importante, e fondamentale, per presidiare e per combattere davvero questo fenomeno di incoscienza e irresponsabilità alla guida diffusa".

Da sempre gli operatori della Polizia di Stato, in particolare quelli della specialità della Polizia Stradale, indossano una divisa, tessuta da impegno, sacrificio, abnegazione: valori fondanti del loro operato, che consentono loro di vivere con prossimità e grande sensibilità la missione, spesso eroica e dolorosa, che sono chiamati a svolgere. L'unico anno che ha fatto registrare un'inversione di tendenza nel trend positivo in termini di incidentalità di tipo mortale è stato l'anno 2015, con 3.428 decessi, mentre nel 2016 il numero dei deceduti è tornato a diminuire rispetto al 2015.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE