Pd Regione, firme false: salvi gli otto consiglieri in bilico

Bruno Cirelli
Novembre 15, 2017

La falsità di alcune delle firme che accompagnarono la presentazione di liste pro Sergio Chiamparino alle ultime regionali è stata accertata dal Tribunale civile di Torino. Il dispositivo, che è stato depositato oggi, chiude la causa attivata da una querela di falso presentata da alcuni ricorrenti. Spetta adesso al Tar verificare la regolarità della lista e decidere sulla decadenza dei consiglieri Pd. La decisione dovrà ora essere esaminata dal Tar, che dovrà verificare la regolarità della lista in questione per pronunciarsi sulla eventuale decadenza di otto consiglieri del Pd.

Comunque non si dovrà tornare alle urne, tuttavia l'eventuale decadenza degli otto consiglieri Pd potrebbe avere come conseguenza la riduzione di numero della maggioranza di centrosinistra.

Intanto il Pm Patrizia Caputo ha chiesto nove mesi, con la condizionale, per l'ex presidente della Circoscrizione 5 Rocco Florio, unico imputato che aveva scelto di andare a dibattimento mentre gli altri nove avevano patteggiato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE