Chiude la Honeywell di Atessa: oggi l'assemblea dei 420 lavoratori

Paterniano Del Favero
Novembre 15, 2017

"Questo pomeriggio in qualità di Sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti parteciperò all'assemblea convocata dai lavoratori alle ore 18 nella Sala Polifunzionale di Atessa".

E la rezione di Calenda non si è fatta attendere: una nota del Mise dice che "ha ricevuto ieri come previsto i vertici della Honeywell ed ha rinnovato la disponibilità piena del governo a sostenere programmi di investimento in innovazione e ricerca per mantenere l'attività produttiva nello stabilimento di Atessa". La Honeywell, di proprietà di un fondo internazionale, ha annunciato al Ministero dell'Economia e alle parti sociali, che a breve chiuderà il sito industriale di Atessa, lasciando solo un piccolo segmento lavorativo.

"Ora non si lasci da soli i lavoratori della Honeywell". L'indotto, le tante piccole realtà impreditoriali che lavorano per questa grande azienda della Val di Sangro, subiranno invitabilmente ripercussioni gravissime dalla annunciata delocalizzazione all'estero di Honeywell. L'economia abruzzese subisce un colpo duro. Ma quello che mi preme evidenziare è adesso il dramma umano che vivono gli operai di questa fabbrica già duramente provati da 2 mesi ininterrotti di sciopero. "Oggi tornerò a parlare di questa vertenza alla Camera dei Deputati". Il mio primo pensiero va ai lavoratori e alle loro famiglie.

"La chiusura dell' Honeywell è una notizia di una gravità assoluta". È una giornata triste per l'Abruzzo intero. Questo è inaccettabile - commenta il segretario regionale dell'Udc e sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio - Non possiamo non reagire e per questo chiederò l'intervento dei nostri rappresentanti alla Camera e in Senato. Alla Regione, rivolgo l'appello perché ci si attivi immediatamente per non lasciare da soli i 420 dipendenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE