Anche a Maranello il calcolo Tari è giusto. Lo conferma il Comune

Paterniano Del Favero
Novembre 15, 2017

La risposta del governo a un'interrogazione parlamentare ha svelato come molti comuni abbiano sbagliato nel calcolare le tariffe tari, la tassa sui rifiuti. La TARI comprende due componenti, una fissa ed una variabile, e le utenze sono divise in domestiche e non domestiche. Prevede, cioè, che " il Comune può commisurare la tariffa alla quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonchè al costo del servizio sui rifiuti.

"In sostanza la Tari è una tariffa binomia, composta da una quota fissa, correlata alla superficie e al numero dei componenti del nucleo famigliare, e da una quota variabile, legata solo al numero degli occupanti". Il suo comune aveva correttamente applicato la quota fissa sui 100 metri dell'alloggio e sulla superficie di garage e cantina.

In merito alla notizia diffusa nei giorni scorsi riguardante il calcolo errato della Tari, l'amministrazione comunale intende rassicurare i cittadini.

A Monza non c'è stato alcun errore: i conteggi relativi al calcolo delle pertinenze per il pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti, è stato applicato correttamente. "E' quindi escluso che negli anni 2013 - 2017 siano state emesse bollette Tari con una errata determinazione delle quote variabili".

"Con questo comunicato - fa sapere il sindaco Antonio Aloia - riteniamo di rispondere tempestivamente all'appello del Codacons e delle altre Associazioni di consumatori che si sono attivate sul problema chiedendo agli 8000 comuni italiani di pubblicare entro 48 ore sui propri siti internet le modalità di calcolo della tassa rifiuti applicate".

Come ogni contribuente potrà verificare, Il Comune di Rocca di Papa non include le superfici pertinenziali nel calcolo della tariffa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE