Sequestro lampo in vacanza, donna rapita dai figli insieme al giovane amante

Bruno Cirelli
Novembre 14, 2017

I figli decidono di rapirla per riportarla a casa, ma finiscono in manette con l'accusa di sequestro di persona. In viale D'Annunzio una pattuglia dell'Arma della Perla Verde si è vista sfrecciare una vettura con una persona di colore appesa alla portiera tra l'abitacolo e l'asfalto. Il veicolo, una Mazda proveniente da Rimini, è stata bloccata e, all'interno, le persone hanno opposto resistenza rifiutandosi di uscire dal mezzo.

Il 34enne keniota era ancora aggrappato alla portiera dell'automobile che tentava di fuggire.

Giallo familiare a Rimini dove una donna di 45 anni è stata rapita mentre si trovava in vacanza in Riviera insieme al giovane compagno, un kenyota di undici anni più giovane.

Si era data alla fuga con il suo amante portandosi dietro anche i soldi della famiglia. La signora, da oltre un anno, aveva abbandonato con l'amante il tetto coniugale pur rimanendo intestataria delle aziende. Lo scorso gennaio, secondo quanto emerso, i figli avevano cercato nuovamente di rapire la madre ma, la prontezza del keniota, aveva sventato il tentativo.

Un gesto, come si diceva, molto grave, tanto che i due ragazzi - 23 e 16 anni - sono stati arrestati, insieme a un dipendente dell'azienda di famiglia, un uomo di 49 anni.

I figli avevano subito avviato la caccia alla madre e, dopo aver individuato il luogo in cui si nascondeva, avevano deciso di raggiungerla immediatamente con l'aiuto di un dipendente dell'azienda di famiglia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE