San Maurizio: sulla raccolta indifferenziata dei rifiuti arriva il microchip

Bruno Cirelli
Novembre 14, 2017

Sono altri 260mila abitanti e 4mila utenze non domestiche. A tal fine verrà utilizzata un'antenna in grado di recepire e trasmettere al sistema informativo Ama i dati contenuti nei tag di cui tutti i cassonetti saranno dotati. "Dal 2019, lo stesso modello sarà esteso al resto della città".

Un incontro urgente con Sei Toscana, soggetto gestore della raccolta dei rifiuti anche in provincia di Grosseto, e con Ato Rifiuti Toscana Sud per avere risposte chiare e certe sul futuro della raccolta differenziata nei Comuni che fanno parte dell'Area omogenea raccolta (Aor) Grosseto Nord ed evitare trattamenti diversi fra territori.

A supporto del nuovo modello di raccolta, nelle aree idonee (bassa densità abitativa, presenza di verde, giardini, terreni agricoli, ecc.), gli utenti potranno richiedere ad AMA la fornitura gratuita di compostiere domestiche per la gestione della frazione organica. Gli utenti potranno verificare i propri conferimenti attraverso laccesso al portale Ama rendendo trasparente tutta la gestione dei rifiuti.“Stiamo avviando Roma verso uneconomia circolare e a Rifiuti Zero. Un calendario di raccolta più semplice ed efficace è stato studiato per facilitare i cittadini e garantire un utilizzo più razionale di personale e mezzi di AMA.

"L'obiettivo - precisa il Vicesindaco Cristian Lisotti - è quello di portare l'attuale indice di raccolta differenziata da 38 -39 % agli attuali minimi di legge intorno al 70 %". Tutto il progetto sarà accompagnato da una specifica campagna di comunicazione. La Prima Cittadina capitolina ha anche affermato che l'importante novità riguarderà il tracciamento dei conferimenti mediante "sacchetto intelligente", dotato di chip per riconoscere la provenienza dei rifiuti, un sistema di identificazione degli utenti. Il nostro scopo è arrivare quanto prima alla tariffa puntuale, in base alla quale ogni utente paga in base alla differenziata: "più si differenzia meno si paga", dichiara nella nota il sindaco di Roma Virginia Raggi. Sarà organizzato, inoltre, un fitto calendario di appuntamenti informativi con i cittadini che di questa rivoluzione saranno i protagonisti e anche co-responsabili del decoro del loro territorio. “Quello che proponiamo oggi è un totale cambio di rotta. L'esponente della Giunta presieduta dalla Sindaca Raggi ha infine sottolineato che "stiamo correndo per recuperare anni di ritardi: vogliamo ridurre i rifiuti, aumentare la raccolta differenziata al 70% e sviluppare un'impiantistica sostenibile". "Con l'RFID introduciamo un sistema di tracciabilità e rintracciabilità che aiuta Roma Capitale a fare una gestione più intelligente dei servizi di raccolta. - ha concluso il presidente di Ama Lorenzo Bagnacani - Questa nuova tecnologia permette di quantificare con precisione il numero di conferimenti effettuati da ogni utenza per le diverse tipologie di materiali e, quindi, di poter migliorare l'equità imputando ad ogni utenza una tariffa rifiuti che può premiare i comportamenti più virtuosi".

Dal Campidoglio hanno fatto sapere che nel X municipio è stato approntato un nuovo modello di raccolta differenziata porta a porta radicalmente diverso che interesserà tutta la popolazione di quell'area.

"È la prima volta che in una Capitale europea viene messo a punto un sistema intelligente basato sulla tecnologia RFID (Identificazione a Radio Frequenza), che consente la tracciabilità dei rifiuti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE