HTC Vive Focus, la realtà virtuale diventa autonoma

Geronimo Vena
Novembre 14, 2017

Oggi HTC ha annunciato la cancellazione del suo visore stand-alone per Google Daydream, la Realtà Aumentata di Google, ma ha annunciato definitivamente il suo visore stand-alone, chiamato Vive Focus.

L'azienda taiwanese non ha fornito dettagli tecnici più precisi, né il prezzo o quando sarà disponibile il visore. L'unico elemento che davvero ci sorprende è che il Focus arriva con un controller a 3 gradi di libertà (3DoF).Questo però non significa che gli sviluppatori non possano aggiungere altri input. HTC Vive Focus si basa sulla piattaforma open Vive Wave VR che raccoglie tutti i contenuti dedicati alla realtà virtuale.

Unity integrerà quindi un sistema di publishing diretto su Viveport grazie al nuovo SDK Vive Wave. A questo progetto lavora un team di oltre 100 persone per cui è destinato a crescere ulteriormente con la possibilità di integrare anche i contenuti provenienti da Google Daydream e Samsung Gear VR.

Inoltre questa stessa settimana Vive ha annunciato la piattaforma Vive Wave che permetterà di sviluppare contenuti per smartphone e tablet in maniera più intuitiva, ottimizzando i contenuti e le risorse. D'altro canto, i produttori di hardware potranno infine standardizzare i propri dispositivi per aumentare l'esperienza VR in tutto il settore.Tornando al Focus, un caso di utilizzo è quello che permette il collegamento con altri visori HTC - sia il Focus sia il Vive originale - per l'interazione sociale. Meglio ancora, si possono anche condividere oggetti virtuali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE