Dario Argento rivela: Asia ha paura per la sua vita

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 13, 2017

"Dico che è giusto fare i nomi, alcuni sono registi noti" ha dichiarato il regista, che ha poi proseguito: "Io ancora non me la sento, ma se Asia mi dovesse dire 'diciamolo', racconterò quello che ho saputo da altre attrici che sono venute a fare il provino con me e molte volte mi hanno raccontato episodi di questo genere". Con queste drammatiche parole, il regista spiega lo stato d'animo della donna che per prima, in Italia, ha portato alla luce il caso Weinstein.

Questa volta però per via delle dichiarazioni rilasciate da suo padre, il celebre regista Dario Argento, che ospitato da Cristina Parodi nella trasmissione di Rai 1 Domenica in, ha rotto il silenzio sulle pesanti accuse mosse dalla figlia, dichiarandosi "molto orgoglioso" di lei e disposto a rivelare ulteriori dettagli. "Ha paura e ha ragione ad averla" sottolinea papà Dario, parlando della figlia. "Ma lei è sempre più convinta della scelta fatta e non si pente di aver denunciato quanto accaduto".

Il regista ha rivelato che Weinstein avrebbe assoldato delle ex spie del Mossad per mettere a tacere le donne che vorrebbero denunciarlo. Il nome di chi ha molestato la figlia Asia quando aveva solo 16 anni. "Il fatto di essere mia figlia, pensato che potesse in qualche modo essere più protetta" ha dichiarato il regista che senza mezzi termini ha definito la figlia "perfetta, pura, ma circondata da maiali". Fausto Brizzi non c'entra niente, ma queste persone, questi molestatori normalmente nella vita sono persone educate gentili, simpatiche, umane. Argento non fa il nome, ma aggiunge: "Non l'ho più incontrato, ma dovessi rivederlo, certo non sarà come nei western che gli darò una scazzottata, ma gli dirò qualcosa".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE