Bersani a Renzi: le chiacchiere stanno a zero, servono fatti

Bruno Cirelli
Novembre 13, 2017

Facendo ricorso ad una delle sue piu' celebri metafore, il co-fondatore di Articolo 1-Mpd, Pier Luigi Bersani, ha concluso la cerimonia di inaugurazione della sede del partito a Catanzaro, sede che si trova negli stessi locali occupati fino a qualche giorno fa da un circolo del Pd.

Critiche al Pd - E Bersani non si tira indietro, ribadendo le critiche ai democrat e "raffreddando" parecchio qualsiasi prospettiva - almeno immediata - di unità del centrosinistra.

"L'Unità - spiega ai cronisti - piace a tutti, a noi per primi, ma non basta". Se non spieghiamo alla gente come dare lavoro, come sconfiggere la precarietà, se non diciamo alla gente che abbiamo messo 23 miliardi sul Job Act per sconfiggere la precarietà ma abbiamo il record storico della precarietà, se non mettiamo cose nuove non riusciamo a convincere gli elettori. Eravamo pure uniti. Io sono stato il primo a dire che la destra veniva su; adesso si scopre che ha vinto in Sicilia, dispiace molto ovviamente, ma non è una novità. In questi tre anni ha vinto a Sesto San Giovanni, Monfalcone, Pistoia, Gubbio, Genova, lì sì che era una novità. "Non lo so, bisogna vedere cosa dice sul resto - dice - perché lui si preoccupa sempre di rivendicare quello che s'è fatto". Possiamo anche ammucchiarci tutti, ma con questa linea - è il ragionamento di Bersani - ci mandano tutti a casa e farebbero bene. Inevitabile la domanda sull'azione della Giunta calabrese guidata da Mario Oliverio, ma qui Bersani sembra un po' smorzare l'ardore anti-democrat: "Oliverio?" Pierluigi Bersani, da Lamezia Terme (nella foto), da dove ha iniziato il suo tour che lo poterà in calabria per una serie di appuntamenti, chiede un "cambio di passo" da parte del Pd come precondizione per un'intesa elettorale ed un riconoscimento degli errori che a suo giudizio sono stati commessi sotto la guida di Renzi. "Non c'e' tempo - ha concluso - per pettinare le bambole". "Qui c'è un po' di sbandamento.".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE