L'orrore dell'Isis: a Hawija fosse comuni con 400 corpi

Paterniano Del Favero
Novembre 12, 2017

Scoperta in Iraq una fossa comune dell'Isis, o Daesh, contenente i corpi di almeno 400 persone uccise dai terroristi del Califfato islamico. La fossa è stata scoperta in una base aerea poco fuori dalla città. Alcuni erano in abiti civili, altri con una tuta che l'Isis faceva indossare alle persone condannate a morte.Secondo quanto riferito dal generale, Mortada al-Luwaibi, i siti contenenti i cadaveri sono stati ritrovati dopo la "segnalazione di alcuni testimoni".

Durante la riconquista del territorio occupato dall'ISIS, l'esercito iracheno ha trovato decine di fosse comuni. Lo scorso anno, scrive ancora la Bbc online, l'Associated Press ha pubblicato uno studio che aveva individuato 72 siti in Iraq, in zone che erano sotto il controllo dell'Isis, che potevano essere delle fosse comuni: alcune, secondo l'Ap, potevano contenere da 5mila a più di 15mila cadaveri. I ritrovamenti sono avvenuto precisamente a Hawija, a circa 240 chilometri a nord della capitale Baghdad, una città che le truppe governative hanno strappato ai jihadisti nel mese di ottobre ottobre. Gli ultimi territori che oggi controlla nel paese sono le aree desertiche al confine con la Siria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE