Gentiloni: "Non sprecare il ritorno alla crescita"

Bruno Cirelli
Novembre 11, 2017

È stato fatto anche grazie a scelte di responsabilità di bilancio. "Il legame coi territori - ha sottolineato - è una parte essenziale della coesione".

"Questo ritorno alla crescita non va sprecato".

Oggi la visita del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, al Kilometro Rosso di Bergamo (il premier è arrivato poco dopo le 10, ndr) in occasione del Festival Città Impresa, può essere l'occasione per cambiare il punto di vista, un po' come faceva Robin Williams in quella memorabile scena de "L'attimo fuggente" in cui invitava i suoi allievi a salire sui tavoli per avere prospettive diverse. Ora dobbiamo avere l'onestà di riconoscere che quelle speranze sono in bilico. Poi ha ringraziato l'ong "per quello che fate e per l'esempio che date, che fa bene all'Italia oltre che a voi stessi". "Questo non aiuterebbe". Per Gentiloni la Legge "deve essere snella e mirata". "L'Economia ha percorso una strada molto accidentata, è stata ferma a lungo, ma si è finalmente rimessa in moto".

Sulla manovra il premier ha sottolineato che il governo ha "presentato una legge di Bilancio snella e mirata, concentrata su alcuni obiettivi ma che non può trasformarsi in una nuvola di segnali di fumo rivolti a questa o quella categoria". "Bisogna concentrare le misure su alcuni fondamentali assi che il Parlamento e il governo devono indicare". Nessuna dichiarazione ai giornalisti, se non una breve risposta a chi gli aveva chiesto se sarebbe tornato lunedì per seguire Italia-Svezia a San Siro: "Tifo da casa", ha sorriso Gentiloni. Il presidente del Consiglio ha sottolineato come per l'Italia, anche per ragioni geografiche, sia un dovere occuparsi di Africa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE