Blitz contro i Santapaola-Ercolano

Bruno Cirelli
Novembre 11, 2017

Duro colpo alla mafia.

Ad altri sei indagati il provvedimento del gip, emesso su richiesta della Dda della Procura, è stato notificato in carcere perché già detenuti e per un sesto sono stati disposti i domiciliari.

Operazione contro il clan Santapaola-Ercolano dei carabinieri del Raggruppamento operativo speciale (Ros) dei Carabinieri di Catania che, in collaborazione con militari territoriali del comando provinciale etneo e di Siracusa, hanno arrestato 24 persone, compreso quello che è ritenuto l'attuale reggente della 'famiglia' di Cosa Nostra: Antonio Tomasello, di 51 anni.

Nel corso dell'indagine sono state documentate condotte estorsioni, sia consumate che tentate - anche attraverso atti intimidatori - nei confronti di esercenti e imprenditori. Gli altri destinatari dell'ordinanza appartengono al gruppo del rione San Giovanni Galermo: Salvatore Fiore (già detenuto), Giovanni La Mattina, Antonino Mangano (detenuto), Luca e Roberto Marino, Arturo Mirenda (detenuto), Francesco Lucio Motta (detenuto), Christian Paternò.

Gruppo della Stazione: Angelo Arena, 41, Alfio Davide Coco, 40. Del gruppo del rione di Lineri: Carmelo Distefano, Carmelo Rannesi e Corrado Monaco. Gruppo di Giarre: Orazio Di Grazia, Salvatore Leonardi.

Gruppo di Palagonia: Gaetano Fiammetta, 25enne di Caltagirone, Sebastiano Vespa, 38 anni. Vi sono inoltre altri affiliati.

Della famiglia Mazzei di Catania: Alfio Maugeri, 58 anni, e Mario Maugeri, 53, che rivestono ruoli di vertice; Orazio Coppola, 53; Santo Di Benedetto, 60; Carmelo Pantalena, 44 (detenuto); Mario Pappalardo, 45. Clan Nardo (Siracusa) Francesco Calatabiano, Salvatore Catania, tutti e due ai vertici del clan, Fabrizio Iachininoto (detenuto) e Cirino Rizzo.

Trenta persone ritenute inserite nelle consorterie criminali ramificate del clan Santapoala-Ercolano sono state arrestate dai carabinieri del Ros in un'operazione scattata all'alba nell'ambito di una incihiesta coordinata dalla Procura distrettuale antimafia di Catania.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE