Torino, sindaco e questore indagati per la tragedia in piazza

Bruno Cirelli
Novembre 9, 2017

A carico del primo cittadino della città della Mole le ipotesi di reato per omicidio colposo, lesioni colpose e disastro colposo. Tutti gli enti che hanno avuto un ruolo sono stati investiti dagli accertamenti.

Il Movimento 5 Stelle festeggia su Facebook i primi 500 giorni di amministrazione pentestallata a Torino e, il giorno dopo gli avvisi di garanzia per i fatti di piazza San Carlo, conferma "la fiducia verso la sindaca Appendino", che definisce "una donna forte, preparata e determinata". E ci sono poi altre condotte che i pm contestano all'ex capo di Gabinetto della sindaca: il mancato controllo sulla non osservanza delle prescrizioni della commissione di vigilanza e la mancata approvazione di un'ordinanza antivetro. "Fino ad oggi la Sindaca si è nascosta dietro frasi fatte che giudicavamo insufficienti e che adesso suonano anche inadeguate". Ci mancherebbe - rimarcano - che non offrisse la massima collaborazione agli inquirenti, ma alla comunitá torinese servono risposte non solo di tipo giudiziario.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE