Influenza, partita la campagna di vaccinazione

Barsaba Taglieri
Novembre 9, 2017

Ha preso il via oggi la campagna di vaccinazione antinfluenzale nel territorio della provincia di Chieti.

E' sufficiente una sola dose di vaccino per la protezione dalla malattia. Per farlo, l'Azienda ha lanciato quest'anno "Io ti proteggo io mi vaccino", una nuova campagna di promozione della vaccinazione antinfluenzale, che si aggiunge alle opportunità abituali offerte dal calendario vaccinale rivolte ai propri operatori.
Durante i mesi di novembre e dicembre, medici vaccinatori del Dipartimento di Sanità Pubblica, facilmente identificabili da un camice bianco marcato Team Vaccinazione, offrirà la vaccinazione direttamente nei reparti degli ospedali dell'Azienda.

L'influenza rappresenta un serio problema di Sanità Pubblica ed è tra le poche malattie infettive che di fatto ogni uomo sperimenta più volte nel corso della propria esistenza indipendentemente dallo stile di vita, dall'età e dal luogo in cui vive. Coloro che non hanno diritto al farmaco gratuitamente, ma che intendono comunque vaccinarsi per timore della malattia o perché devono intraprendere dei viaggi, possono acquistare tranquillamente il vaccino per l'influenza in farmacia.

La vaccinazione è gratuita per tutti i cittadini che rientrano nelle categorie a rischio.

In Italia, nella stagione 2016/17, sono stati segnalati 162 casi gravi (età mediana 73 anni) e 68 decessi da influenza; in Puglia, nello stesso periodo, sono stati registrati 10 casi gravi (età media 68 anni) e 4 decessi.

La vaccinazione antinfluenzale rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze. Nel vaccino quadrivalente è inserito, inoltre, il ceppo B/Phuket/3073/2013-like (lineaggio B/Yamagata/16/88).

La vaccinazione è consigliata per tutti i soggetti a rischio di età pari o superiore ai 65 anni; le persone di tutte le età con particolari patologie che aumentano il rischio di complicanze in caso di contagio; i soggetti che svolgono attività di valenza sociale, medici e personale sanitario di assistenza; donne che all'inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo mese di gravidanza; pazienti ricoverati presso strutture lungodegenti; familiari che sono a contatto con soggetti ad alto rischio. Per questo, una buona igiene può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell'influenza.

L'obiettivo della campagna sui #vaccini è evitare che la malattia si diffonda, puntando anche a diminuire i costi connessi alle cure e alla mortalità. Da quest'anno è disponibile per i 65enni ed i soggetti dai 50 anni a rischio per alcune condizioni di salute anche il vaccino anti Herpes Zoster (il c.d. fuoco di Sant'Antonio).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE