Cumps-banco nuovo, la nuova 'ndrangheta specializzata in appalti: 50 misure cautelari

Bruno Cirelli
Novembre 9, 2017

Addirittura, secondo le attività investigative, alcuni soggetti avrebbero fatto "irruzione" nel corso di una riunione del Comune di Brancaleone al fine di aggiudicarsi gli appalti, tra cui i lavori per la realizzazione della rete idrica e di quella rete fognaria. I destinatari sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di reati che vanno dall'associazione mafiosa e dall'estorsione all'illecita concorrenza con violenza e minaccia, alla turbata liberta' degli incanti, alla falsita' ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici ed alla violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Alle persone coinvolte nell'operazione vengono contestati anche, sempre a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi clandestine e munizionamento e ricettazione, reati commessi, specificano gli investigatori, con l'aggravante del ricorso al metodo mafioso, ovvero al fine di agevolare la 'ndrangheta. Contestualmente i carabinieri hanno dato corso a una perquisizione personale domiciliare della stanza dove alloggiava, che non portava al rinvenimento di elementi utili alle indagini. L'inchiesta, denominata "Cumps-Banco Nuovo" avrebbe svelato l'operatività di diverse articolazioni della 'ndrangheta nei centri di Brancaleone, Africo e Bruzzano Zeffirio, i nuovi assetti organizzativi e i ruoli rivestiti dagli affiliati, rimodellati all'indomani della "pace" raggiunta dalle cosche dopo la sanguinosa faida di Africo-Motticella, che aveva visto affermarsi i gruppi 'Palamara-Scriva' e 'Mollica-Morabito'.

"Cumps", abbreviazione di "cumpari" ("compari", "sodali") in dialetto calabrese. Proprio la nuova organizzazione nel territorio di Brancaleone ha consentito di creare un "Banco nuovo": una nuova locale dove gli affiliati esercitavano il proprio controllo sui lavori e le opere pubbliche del comune. Era questo il termine con il quale si chiamavano nei loro dialoghi sui social network gli affiliati alle cosche di 'ndrangheta sgominate questa mattina da un'operazione di polizia e carabinieri nella fascia jonica reggina.

Le indagini hanno inoltre portato alla luce l'esistenza di una pericolosa cellulare di 'Ndrangheta, di nuova generazione, definita "Cumps", e formata da soggetti che si considerano dominatori incontrastati del territorio di Brancaleone, effettuando azioni eclatanti per affermare il loro predominio grazie anche ad armi ad elevato potenziale offensivo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE