Ridimensionamento uffici postali: Anci Abruzzo conferma la netta contrarietà

Bruno Cirelli
Ottobre 26, 2017

In particolare, sono 103 i Comuni della provincia dell'Aquila che vedranno ridimensionati o chiusi gli uffici, 96 nel chietino, 39 nel pescarese e 36 nel teramano.

Il piano di tagli - denunciano i pentastellati - contrasta con le norme UE che obbligano gli Stati membri ad assicurare la raccolta e la distribuzione degli invii postali al domicilio del destinatario. Lo stesso Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che ribadiva la necessità, da parte degli Stati Ue, di garantire il servizio universale ed il mantenimento degli sportelli postali nelle aree disagiate.

"Strage" di uffici postali in Abruzzo?

Di fronte al rischio di vedere cadere sotto la scure dalla riorganizzazione diversi uffici postali in Abruzzo, arriva la precisazione di Poste Italiane. In base al documento di 124 pagine che ci è stato consegnato, gli uffici a cui diremo addio sono 52 nella provincia di Pesaro-Urbino, 11 in quella di Ancona, 52 in quella di Macerata, 22 in quella di Fermo e altri 22 in quella di Ascoli-Piceno, molti dei quali in piccole realtà o in comuni interni dove a breve per un invio postale bisognerà fare svariati chilometri.

La nota di Poste Italiane non rassicura, soprattutto per quel riferimento alla fase di valutazione degli interventi collegati alla riforma del Servizio Postale Universale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE