Ex BioWare: EA punta a monetizzare con giochi multiplayer con microtransazioni

Geronimo Vena
Ottobre 24, 2017

In queste ore si sta discutendo molto delle parole di Manveer Heir, ex gameplay designer presso BioWare Montreal e quindi di Electronic Arts.

"Non sono stato di certo l'unico a pensarlo".

Ma i tanti fan di Anthem sono in attesa di informazioni anche riguardo la campagna single player: come segnalato da Gamingbolt, un fan ha espressamente chiesto al producer Michael Gamble se il titolo godrà di una vera e propria campagna per giocatore singolo o sarà "solo" uno shooter multiplayer in terza persona, al quesito non è stata data una risposta diretta ma sono state promesse a breve delle novità, "aspettati delle novità su Anthem, compresa la risposta alla tua domanda, tra qualche tempo, in futuro". Ci sono molte persone valide in BioWare che hanno discusso di queste cose. "I vertici del progetto erano tutti bianchi".

"Quando rendi di dominio pubblico certe cose, diventi la gola profonda, diventi quello arrabbiato che cerca di attirare le attenzioni della stampa su di sé". Almeno è così che viene interpretato all'interno e diventa un conflitto.

Manveer Heir in un recente podcast di Waypoint, tradotto da Gamasutra, è tornato a parlare dei presunti problemi razziali denunciati e di cosa è successo quando per primo ne ha parlato.

Io non me ne starò tranquillo e non smetterò di combattere.

"Quando ho realizzato che mi trovavo in un ambiente che non accettava o non voleva determinate cose, e che mi diceva di essere troppo arrabbiato o che stavo parlando troppo, e che sostanzialmente mi invitava a sedermi ed essere umile, ho deciso di andarmene".

Secondo voi è da considerarsi quantomeno singolare che in una grande azienda multinazionale la catena di comando sia interamente occupata da 'bianchi'?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE