Sciopero dei trasporti: rischio venerdì nero

Paterniano Del Favero
Ottobre 23, 2017

Sul sito del Ministero delle Infrastrutture è stata pubblicata la notizia dell'adesione allo sciopero generale dei lavoratori appartenenti ai sindacati Cub, Sgb, Si-Cobas, Usi-Ait, Slai-Cobas.

Per tale motivo il Servizio Regionale, Suburbano e di lunga percorrenza di Trenord potrebbe essere soggetto a ritardi, variazioni e/o cancellazioni. Come sempre saranno rispettate le fasce orarie garantite delle ore 6-9, 18-21. Nello specifico saranno garantiti giovedì 26 ottobre tutti i treni in corso di viaggio e con partenza prevista entro le 21 che abbiano arrivo a destino entro le 22; e venerdì 27 ottobre tutti i treni rientranti nelle suddette fasce protette e compresi nella lista dei "Servizi Minimi Garantiti". Per i collegamenti aeroportuali il giorno dello sciopero treni ci saranno degli autobus sostitutivi per le tratte "Milano Cadorna - Malpensa Aeroporto" e "Malpensa Aeroporto - Bellinzona".

- Metropolitana, invece, lo sciopero è previsto solo nella fascia pomeridiana. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull'operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da Gtt, con conseguenti possibili disagi per la clientela. La circolazione treni in "real time" è consultabile tramite i siti ufficiali.

Anche a Roma l'agitazione dovrebbe coinvolgere gli operatori che si occupano della raccolta dei rifiuti e i dipendenti del trasporto pubblico locale, anche se Atac per il momento non ha ancora comunicato le modalità dello sciopero. I sindacalisti hanno chiesto di "abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e quelle nei confronti degli immigrati" e vogliono "aumenti salariali, riduzione generalizzata dell'orario di lavoro e investimenti pubblici per ambiente e territorio; pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE