Milan-Genoa, Nicchi replica a Montella: "È nervoso, deve adeguarsi alla Var"

Rufina Vignone
Ottobre 23, 2017

Anche ieri l'espulsione di Bonucci è stata decisa dopo il controllo televisivo.

Lo sfogo di Montella sul VAR dopo Milan-Genoa.

Ai microfoni di Premium Sport, Montella dopo Milan-Genoa ha criticato l'utilizzo del VAR. Una gestione che a suo giudizio può essere determinante per la carriera. E, a proposito di VAR, come la mettiamo con il rigore non dato per trattenuta su Bonaventura? Secondo Nicchi l'idea di affidare la Var a ex arbitri non è all'ordine del giorno. "Il mio auspicio è che a breve, quando avremo finito di dare tutte le spiegazioni dal punto di vista del protocollo, non parleremo più di Var. C'è una regola e chi non la conosce se la studia, indietro non si torna".

Milan, Montella contro il Var - "Anche lui si deve adeguare a questa nuova forma di calcio".

Le parole di Montella non sono piaciute al presidente dell'AIA (Associazione Italiana Arbitri) Marcello Nicchi. "La carriera non se la gioca solo lui ma tutti, giocatori, arbitri e allenatori". "Quando le cose non vanno affiora un pò di tristezza, ma lui - prosegue Nicchi a Radio Anch'io Lo Sport - sa come bisogna contenersi, se la sua squadra girasse come si deve non saremmo qui a commentare". E' una garanzia per tutti ed è uno strumento di giustezza, tutti hanno capito che è utile.

"Noi siamo contenti della Var non tutto all'inizio può essere perfetto, nelle percentuali su dieci interventi se ne sbaglia uno". Va perfezionato, non bisogna abusarne, anche velocizzandolo. L'imprevisto c'e' sempre, guardate la Ferrari che a fronte degli investimenti che fa perde un Gp per una candela da 30 euro.

Chi antiVar lo è davvero è il Milan, con Montella che non c'è andato giù pesante: "Il VAR sta diventando più una situazione televisiva piuttosto che di campo: questo aspetto va un po' modulato, in questo caso si vede che il colpo non è intenzionale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE