Arrestati due sindaci in provincia di Brindisi

Bruno Cirelli
Ottobre 23, 2017

Nel corso di un'operazione su un presunto giro di tangenti collegate ad appalti per la gestione dei rifiuti in Puglia sono state arrestate dodici persone tra cui anche due sindaci. "L'ipotesi dell'indagine che ha portato agli ulteriori arresti è che gli amministratori pubblici - in associazione tra loro - avrebbero alterato le gare dei rispettivi Comuni, per favorire una ditta di raccolta della spazzatura con sede a Carovigno". L'indagine, che va avanti dal novembre 2014, è partita da accertamenti dei militari della compagnia di San Vito dei Normanni. Si tratta di una indagine condotta dai militari della compagnia di San Vito dei Normanni.

Veniva messa a disposizione anche una escort, per facilitare la conclusione degli affari.

Nell'inchiesta sono coinvolti vari dirigenti di uffici tecnici comunali, incaricati di pubblico servizio e il direttore generale dell'azienda di servizi ecologici di Manfredonia (Foggia).

Sono state anche evidenziare condotte di finanziamento illecito dei partiti politici e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, nonché favoreggiamento della prostituzione, molteplici ipotesi di falso e altri reati minori, finalizzate a sostenere il buon esito dei patti corruttivi. I reati imputabili sarebbero stati tutti commessi fino al novembre 2015.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE