Morti tre bambini e il padreun altro in gravi condizioni

Bruno Cirelli
Ottobre 22, 2017

Un uomo di 49 anni è morto nell'incendio del suo appartamento oggi a Como, insieme a tre dei suoi quattro figli, rispettivamente di 3, 9 e 11 anni. Tre sorelline, di 11, sette e tre anni, sono morte poco dopo in ospedale. La quarta figlia, 5 anni, trasportata a Cantù era stata trasferita nel pomeriggio in ambulanza all'ospedale Buzzi di Milano. I piccoli, che non hanno riportato ustioni, sono tutti rimasti intossicati dal fumo.

Questa, invece, la testimonianza (sempre raccolta dall'Ansa) di Reza Nasir, un iraniano che vive nella stessa palazzina a Como: "Stamani alle 7.30 sono uscito a fare due passi e non mi sono accorto di niente". I bambini erano seguiti dai servizi sociali e la famiglia era ospitata in un alloggio del Comune.

Anche la bimba non ce l'ha fatta. "Certo non può tornare in quella casa".

L'appartamento è di proprietà di una fondazione benefica che affitta a persone che ne hanno bisogno. I bambini potevano usufruire gratuitamente della mensa e del doposcuola mentre al padre, in possesso di un permesso di soggiorno a lungo termine, era stato offerto un aiuto per trovare lavoro. Il Sindaco Mario Landriscina e l'assessore ai Servizi sociali Alessandra Locatelli si sono recati in ospedale per esprimere vicinanza alla madre.

Agghiacciante la scena che si è presentata al loro sguardo: nell'ultima stanza della casa, su un grande letto matrimoniale, c'era il padre con le 4 figlie.

Si è salvata la moglie del marocchino, una donna di cui non è ancora stata resa nota l'età. Il padre 49enne, un uomo di origine marocchina, era già morto. So anche che aspettava la risposta di un giudice, ma non so bene su cosa esattamente. "All'asilo, però, le maestre chiedevano sempre alla bimba come andasse a casa, perché tutti sapevano che la famiglia era in grosse difficoltà".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE