Verona, uccidono cigno a sassate: tre studenti in gita denunciati dal professore

Barsaba Taglieri
Ottobre 18, 2017

E' accaduto sul bagnasciuga del lungolago Cappuccini di Peschiera. La reazione del cigno avrebbe spaventato i ragazzi che, per vendicarsi, lo hanno preso a sassate.

Nonostante il cigno si sia rifugiato in un canneto, è morto poco dopo per i colpi ricevuti.

Mentre i loro compagni di classe camminavano tranquillamente sulle rive del Lago di Garda, dove tutti insieme erano in gita scolastica, hanno pensato bene di prendere di mira uno dei cigni presenti nello specchio d'acqua. L'animale si era ribellato ai giovani teppisti che lo infastidivano e li ha fronteggiati, alimentando la loro violenza cieca. Il fatto è stato segnalato ai carabinieri che hanno fatto recuperare il cigno dal servizio veterinario dell'Ulss 9 di Bussolengo. I Carabinieri quindi hanno raccolto alcune testimonianze fra cui quella del professore danese che accompagnava la scolaresca ospite di un villaggio turistico della zona. L'uccisione di animali è un reato che prevede una pena compresa tra i 4 mesi e i 2 anni di reclusione: ed è questo il rischio che corrono gli studenti autori della bravata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE