Bari, nove arresti e 18 indagati per fatture false

Bruno Cirelli
Ottobre 18, 2017

Per nove persone questa mattina è scattato l'arresto.

Arresti e sequestri a Bari e provincia nell'operazione 'Mitica', coordinata dalla Procura, che ha disarticolato un'associazione a delinquere dedita a frodare il fisco.

Nella rete delle indagini sono finiti Giuseppe e Domenico Cardone della Stimac srl, Costantino Cardone amministratore della Miti srl, Mario Melacarne e Arcangelo Cellamare della Phone Global Service, Lorenzo Gentile della 'Service and consulting', Vincenzo De Guglielmo della Degu Service, Domenico Grossi titolare della 'Dg Costruzioni'.

Il gruppo avrebbe illecitamente realizzato profitti per 18 milioni.

"Le indagini, iniziate alla fine del 2015, si sono sviluppate con intercettazioni telefoniche ed ambientali, pedinamenti, appostamenti, accertamenti di natura finanziaria e patrimoniale - spiegano dalla Procura - Le indagini hanno consentito di svelare l'operatività di un sodalizio criminale che metteva insieme imprenditori e professionisti locali che, avvalendosi di imprese "cartiere" riconducibili ad alcune prestanome, avevano creato un articolato sistema di false fatturazioni, per un ammontare complessivo di oltre 107 milioni di euro".

La compagine avrebbe accumulato un'ingente liquidità attraverso un parallelo meccanismo di false fatturazioni: questo, in base a quanto ricostruito dagli inquirenti, prevedeva "la restituzione al netto della provvigione (profitto) di spettanza degli associati e che veniva successivamente messa a disposizione di altri imprenditori, esterni al sodalizio", circostanza in corso di approfondimento da parte degli investigatori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE